TOPWINE 2020

Ho deciso di inaugurare il nuovo anno con una novità:
la TopWine dei vini che più mi sono piaciuti il mese precedente!
Ultimamente hai bevuto un vino particolarmente buono?
Lascia un commento! 

TOPWINE MAGGIO

La Top Wine di maggio vede protagoniste due bollicine da vitigni autoctoni italiani, un Gewurztraminer alsaziano e una birra Oatmeal Stout.

TopWine maggio 2020 cg
TopWine maggio 2020

Az. Fontezoppa Ribona Metodo Classico 2015

La Ribona, detta anche Maceratino, è un’uva autoctona tipica della zona di Macerata; vitigno che predilige un clima ventilato, suoli freschi e terreni mediamente fertili. Solitamente da quest’uva si ottengono vini bianchi fermi secchi, ma certe versioni spumantizzate regalano notevoli soddisfazioni.

Giallo paglierino dai lucenti riflessi dorati, splendida effervescenza con bollicine fini e abbondanti. Esuberanti profumi di miele, camomilla, mela cotogna e frutta a pasta gialla, accompagnati da note fresche di agrumi e macchia mediterranea. Avvolgente e fresco al palato, accarezzato dalla cremosità del perlage e sorretto da una piacevole vena minerale.

Az. Famiglia Olivini Lugana Brut 2015

Spumante Metodo Classico ottenuto da uve 100% Trebbiano di Lugana (detto anche Turbiana), vitigno autoctono a bacca bianca, coltivato da secoli nella zona a sud del Lago di Garda.

Il Trebbiano di Lugana è un’uva ricca di acidità – componente essenziale per la buona riuscita di uno spumante – per mantenere questa caratteristica viene raccolta precocemente. Metodo Classico che sosta sui lieviti per almeno 48 mesi.

Manto giallo paglierino con riflessi dorati impreziosito da perlage persistente e molto fine. Al naso spiccano note fruttate di pesca gialla e agrumi, pasticceria secca, wafer, mandorle tostate, frutta esotica e macchia mediterranea; in chiusura lievi cenni di crosta di pane. L’ingresso in bocca è avvolgente e cremoso, con freschezza e sapidità che invitano a un nuovo assaggio e accompagnano la persistenza che si sofferma sulle sfumature agrumate del bouquet.

Top Wine Maggio Bottiglie cg
TopWine maggio 2020

Az. Ginglinger-Fix Gewurztraminer 2017  Selection

Ginglinger-Fix è il nome, non facilissimo, di una piccola, ma rinomata cantina alsaziana dei dintorni di Colmar; produce il Gewurztraminer Selection con uno stile tipicamente alsaziano e riconoscibile: profumi varietali intensi, ottima consistenza e un leggero residuo zuccherino.

Paglierino lucente di ottima consistenza. Al naso esordisce con garbo, svelando la natura varietale attraverso note di litchi e rosa, con tracce di frutta esotica, agrumi e delicate note floreali di glicine.

Sorso elegante ed equilibrato caratterizzato da un’entrata morbida e avvolgente che svela un leggero residuo zuccherino e una vena calorica ben integrata, il tutto bilanciato da vigorosa freschezza e garbata sapidità.

Az. Antica Contea – Pat at a tap

Pat at a tap, nome palindromo che può esser letto da sinistra verso destra e viceversa, ma non finisce qui perché ha anche un significato ben preciso: questa birra è stata prodotta per la prima volta in onore della Festa di San Patrizio (Pat), mentre “at a tap” tradotto dall’inglese significa letteralmente “a una spina”, quindi Pat at a tap vuol dire “San Patrizio alla spina”.

Fermentazione: Alta
Stile:  Oatmeal Stout
Colore: Scura
Gradi alcolici: 5.0%
Servizio:  12°C

Birra scura, d’ispirazione irlandese con l’aggiunta di malto d’avena che conferisce complessità e struttura gusto-olfattiva. Al naso sprigiona sentori tostati di caffè e fave di cacao accompagnati da più lievi profumi di liquirizia e tabacco. In bocca è avvolgente, con continui rimandi alle note tostate che poi lasciano spazio alla nota alcolica e una leggera astringenza. Finale piacevole e persistente accompagnato da ricordi di liquore al caffè.

TOPWINE APRILE

La Top Wine di aprile è molto variegata: c’è una bollicina proveniente dalla Franciacorta, un Amarone della Valpolicella, un Trockenbeerenauslese austriaco e una birra IGA.

TopWine aprile 2020 cg
TopWine aprile 2020

Az. Ca’ del Bosco Satèn Vintage Collection 2013

Franciacorta Satèn Millesimato, prodotto con uve Chardonnay (85%) e Pinot Bianco (15%). Le rese per ettaro sono molto basse e le uve vengono raccolte rigorosamente a mano in cassette. Segue un trattamento particolare e unico: le “terme degli acini” che consiste nel lavaggio delle uve in vasche d’ammollo e successiva asciugatura. Pigiatura in assenza di ossigeno e fermentazione in legno per la durata di 5 mesi. L’aggiunta di zuccheri in quantità minore rispetto agli altri Franciacorta gli conferisce la tipica cremosità dei Satèn. Affinamento sui lieviti 48 mesi, dosaggio minimo alla sboccatura.

Giallo paglierino lucente con perlage fine e delicato. Il bouquet palesa una ricca varietà di riconoscimenti, tra i quali spiccano pesca nettarina, cedro, bergamotto e marmellata di agrumi, poi pasticceria al burro, miele e frutta secca tostata. Aristocratico all’assaggio, esprime effervescenza cremosa e vibrante freschezza con netti richiami alle percezioni emerse all’olfatto; finale contrassegnato da ritorni salmastri.

Az. Pieropan Amarone della Valpolicella

L’Amarone è il vino simbolo della Valpolicella e nell’ideale collettivo rappresenta un vino ricco e importante, ma al tempo stesso elegante e fine. L’Amarone della Valpolicella è un prodotto fuori dal comune perché a tutti gli effetti è un vino passito, ma rigorosamente secco. Questo perché, durante la fermentazione, la trasformazione degli zuccheri in alcol non viene arrestata, ottenendo così un vino secco, molto strutturato e complesso.

L’elemento distintivo dei vini dell’Azienda Pieropan è sicuramente l’eleganza. Il loro Amarone è il frutto delle tipiche uve della Valpolicella: Corvina (60%), Corvinone (10%), Molinara (10%), Rondinella (10%), Croatina (5%) e Dindarella (5%).

Rubino con un lieve cenno granato. Regala all’olfatto fragranze di marasca e confettura di frutti di bosco con sbuffi di cacao, bacca di ginepro e liquirizia. Avvolgente al palato, rivela tannini gentili e un’ottima spalla acida. La beva è decisamente appagante e si prolunga su ricordi fruttati e balsamici.

TopWine aprile 2020 cg
TopWine aprile 2020

Az. Leo Hillinger HILL 3 Trockenbeerenauslese 2015

I Trockenbeerenauslese sono vini dolci prodotti in Germania e Austria; ottenuti da uve raccolte con vendemmia tardiva e attaccate dalla Botrytis cinerea, i vitigni più utilizzati sono Riesling e Gewürztraminer. Questo in particolare, invece, è prodotto da una cuvée di Chardonnay (80%) e Sauvignon Blanc. La muffa nobile rende questi vini unici e dal sapore caratteristico.

Giallo ambrato intenso, si muove lento nel bicchiere (ha quasi la consistenza di uno sciroppo). Quadro olfattivo ampio: frutta tropicale, miele, caramello, marmellata di agrumi, ma anche frutta secca, orzo e soprattutto zafferano (tipico sentore dei vini muffati). Sorso indubbiamente dolce e avvolgente con netti richiami all’albicocca e alla frutta esotica disidrata, ben bilanciato da una buona acidità di matrice citrina.

Az. Agribirrificio Maso Alto – Mit Liebe Gewürztraminer

Le Italian Grape Ale sono delle birre prodotte con uno stile tutto italiano, in cui il mondo della birra e del vino si incontrano. Al mosto della birra viene addizionata l’uva sotto forma di frutto naturale, mosto fermentato o vinaccia. Le IGA rispecchiano l’identità di un territorio poiché molto spesso vengono impiegati vitigni autoctoni, sia a bacca bianca che nera. Le caratteristiche aromatiche e varietali dell’uva si devono percepire, ma devono trovare il giusto equilibrio con gli altri elementi della birra come il malto e il luppolo.

Fermentazione: Alta
Stile:  IGA – Italian Grape Ale
Colore: Ambrata
Gradi alcolici: 6.5%
Bicchiere: Teku
Servizio:  8°C

IGA dal colore ambrato chiaro; al naso svela profumi intensi e freschi di frutta quali pesca e ananas accompagnati da una delicata nota di litchi, successivamente affiorano sfumature resinose e balsamiche. Al palato, inizialmente si presenta morbida con tonalità più dolci e maltate, segue una netta corrispondenza gusto-olfattiva con note tropicali e si congeda infine con sentori più agrumati e amarognoli.

TOPWINE MARZO

Nella Top Wine di Marzo ci sono due bollicine: un Trento Doc e un Oltrepò Pavese accompagnate da un Sangiovese Riserva e una “signora” Birra.

TopWine marzo 2020 cg
TopWine marzo 2020

Az. Anteo Cruasé Millesimato Rocca de’ Giorgi

Oltrepò Pavese Metodo Classico Brut Rosé ottenuto esclusivamente da uve Pinot Nero. L’azienda Anteo vanta una lunga esperienza nella produzione di Metodo Classico, ottenuta principalmente da uve Pinot Nero, con l’aggiunta limitata di Chardonnay.

Il termine Cruasé identifica la denominazione Oltrepò Pavese Cruasé DOCG, che comprende gli spumanti Metodo Classico Rosé prodotti con almeno l’85% di uve Pinot Nero; il colore rosato viene apportato naturalmente fin dalla prima spremitura del Pinot Nero. In particolare il Cruasé di Anteo sosta sui lieviti per almeno 24 mesi.

Abito rosa buccia di cipolla ravvivato da perlage fine e duraturo. Intenso e stuzzicante al naso: piccola frutta a bacca rossa, petali di rosa, crosta di pane accompagnati da ricordi di arancia sanguinella. Cremoso al palato, sorso fine e persistente sorretto da una vivace freschezza, chiude con garbata sapidità. Molto interessante l’abbinamento con seppie in umido e polenta grigliata.

Az. Balter Pas Dosé Riserva 2012 Trento DOC

Spumante Metodo Classico ottenuto da uve Chardonnay (80%) e Pinot Nero (20%) vendemmiate a mano, fermentazione in acciaio e piccole botti di rovere, maturazione sui lieviti per 60 mesi ed essendo un Pas Dosé ha un residuo zuccherino pari a zero.

Bollicine esuberanti e decise solcano la brillante veste dorata. Si apre con profumi evoluti di mela golden, pasticceria, vaniglia seguiti da tenui fragranze di lievito ed eleganti nuance di frutta secca. All’assaggio è deciso: da un lato si ritrovano le note dolci e rotonde percepite all’olfatto, dall’altro invece si fanno strada freschezza e sapidità; un connubio perfetto che mantiene gustosa e allo stesso tempo affilata la beva. Esperienza gustativa coinvolgente con finale persistente.

TopWine marzo 2020 cg
TopWine marzo 2020

Az. Agricola Caparsa Doccio a Matteo 2006 Riserva

Il Chianti Classico “Doccio a Matteo” Riserva 2006 è composto per il 95% da Sangiovese e il restante 5% da Colorino e Ancelotta, tutte le uve provengono da un’unica vigna. La fermentazione delle uve è spontanea – vengono utilizzati lieviti autoctoni – e la maturazione avviene in Tonneau da 500 litri. Essendo una Riserva viene prodotto solo nelle annate migliori.  

Rosso rubino profondo dalla carica cromatica intensa. Dispiega lentamente il suo complesso ventaglio odoroso: prima viola e rosa appassite, seguono riconoscimenti fruttati di amarena e confettura di frutta rossa, cenni di sottobosco e alloro secco. Al palato si rivela polposo, i tannini risultano fitti, quasi masticabili, in perfetta sinergia con la freschezza e l’alcolicità. Un vino intenso e di spessore che esige attenzione.

Az. Birra dell’Eremo – La Glaciale Imperial IPA

Concludo la Top Wine di questo mese con una piacevole intrusa “La Glaciale” del birrificio umbro “Birra dell’Eremo”: una Imperial IPA con l’aggiunta di miele biologico; questo stile specifico di birra ha due caratteristiche ben precise: una percettibile luppolatura e un grado alcolico abbastanza elevato che può raggiungere 8°.

Fermentazione: Alta
Stile:  Imperial Ipa
Colore: Ambrata
Gradi alcolici: 7.5%
Bicchiere: Pinta
Servizio:  8°C

Imperial IPA dal colore ambrato scuro; al naso svela avvolgenti profumi di miele, caramello e vaniglia accompagnati da frutta esotica sottospirito e scorza di agrumi canditi per poi chiudere con sfumature balsamiche e resinose. Al palato risulta equilibrata: inizialmente si riscontrano le note di miele, successivamente fa capolino l’alcol che però si dimostra ben integrato e poco dopo si percepisce la nota amara, per nulla invadente. Corpo di buona struttura e finale piacevolmente balsamico.

TOPWINE FEBBRAIO

Nel TopWine di Febbraio ci sono tre vini: un Franciacorta, un Valpolicella Superiore e un Amarone accompagnati da un “intruso”, il Ron Summum, un rum dominicano.

TopWine Febbraio 2020 cg
TopWine febbraio 2020

Az. Barone Pizzini “Naturae 2015” Franciacorta DOCG

Ho avuto il piacere di assaggiare il Naturea 2015 a una cena degustazione organizzata dal Caffè San Marco di Trieste (per leggere l’articolo sulla cena degustazione clicca qui).

Il Naturea è una cuvèe composta da 60% Chardonnay e 40% Pinot Nero. È un Dosaggio Zero quindi uno spumante Metodo Classico in cui non è stato aggiunto il “liqueur d’expedition” dopo la sboccatura.

All’olfatto presenta una spiccata mineralità marina – che ricorda molto gli Champagne – accompagnata da sentori fruttati di melone bianco, mela golden e erbe officinali. Al palato è austero con un’ottima impalcatura acida mitigata dalla morbidezza (tipica di un’annata calda come la 2015) che avvolge il palato, chiusura lenta che sfuma in piacevoli note salmastre.

Az. Mamete Prevostini Valtellina Superiore Sassella “Marena 2016”

Ho assaggiato il Valtellina Superiore di Mamete Prevostini a una degustazione organizzata dall’AIS Trieste (per leggere l’articolo dedicato clicca qui), mi è piaciuto molto perché rispecchia i canoni classici di questa tipologia e colpisce proprio per la semplicità e la nitidezza dei caratteri gusto-olfattivi.

Rosso rubino trasparente. L’impatto olfattivo rivela note evolute di pesca gialla surmatura, arancia sanguinella, melagrana; l’utilizzo del legno non fa da padrone, ma completa il quadro con spezie dolci quali pepe rosa e cannella. Sorso vivo, scorrevole, ma allo stesso tempo garbato con struttura media, tannini asciutti e freschezza balsamica. Chiude con netti ricordi di rosa canina.

TopWine febbraio 2020 cg
TopWine febbraio 2020

Az. Romano dal Forno “Amarone della Valpolicella Vigneto di Monte Lodoletta 2013”

Questo mese avuto il piacere di visitare l’azienda Romano dal Forno e sono rimasta particolarmente colpita dalla loro punta di diamante: l’Amarone della Valpolicella (Corvina 60%, Rondinella 20%, Croatina 10%, Oseleta 10%).

Un vino austero, ma allo stesso tempo esplosivo per intensità olfattiva e lunghezza al palato. Rubino profondo e fitto. Esordio olfattivo elegante, ricco di sfaccettature: foglie secche, confettura di ciliegia e caffè. Offre un effetto balsamico unito a sofisticata vegetalità di erbe aromatiche, poi le spezie scure, rabarbaro e chiodi di garofano. Al palato è pieno e potente, l’iniziale morbidezza è bilanciata da un tannino affusolato e una fresca progressione mentolata che ci accompagnano verso un finale ricco di suggestioni.

Az. Yazoo “Ron Summum Reserva Especial”

Concludo con questo piacevole “fuori programma”, il Ron Summum, sorseggiato dopo una buonissima cena all’ Hostaria “Ai 3 Magnoni” di Trieste.

Invecchiamento: 12 anni
Provenienza: Repubblica Dominicana
Tenore Alcolico: 38 %
Tipo di Produzione: Industriale
Tipologia: Oro

Splendente giallo dorato. Accattivante corredo olfattivo, molto avvolgente e caldo, composto da caramello, vaniglia, datteri e prugne secche. Al palato mostra buona sinergia tra rotondità ed alcolicità, avvolge il palato con un tocco vellutato. Finale lungo con continui richiami di vaniglia e  frutta secca.

Il Rum “Summum” prodotto in una delle due distillerie della Repubblica Dominicana, la Yazoo, più conosciuta con il nome di Alcoholes Finos Dominicanos, richiama già nel nome di origine latina l’assoluta eccellenza. Questo Rum è ottenuto direttamente dal succo di canna da zucchero coltivato sull’isola; ciò ne garantisce al 100% l’origine e la genuinità, poiché il succo di canna dev’essere, per sua natura, distillato entro 48 ore dalla raccolta.

L’invecchiamento dei Rum “Summum” avviene sull’isola caraibica, in barili di rovere, con il procedimento “solera”, mentre la fase finale del “cask finish” che dura alcuni mesi (il tempo necessario per un’ottimale presa di aromi) si esegue in Spagna, utilizzando barili o barrique provenienti da Château d’Arches (Sauternes), Ben Nevis (whisky), Mercier (Cognac), e Bodega Arfe (Sherry).

TOPWINE GENNAIO

TopWine Gennaio 20 cg
TopWine gennaio 2020

Az. Ricci Curbastro “Gualberto Franciacorta Pas dosè vendemmia 2006”

Interpretazione vigorosa e di grande fascino, il Dosaggio Zero Gualberto è composto da Pinot Nero (60-70%) e Chardonnay (30-40%), entrambi coltivati su terreni morenici.
Grande ricchezza al naso, profumi variegati che spaziano dal pan brioche alla piccola pasticceria, alla frutta matura; seguono note tostate e di erbe aromatiche. Fine e suadente al palato dove freschezza e sapidità indirizzano la beva, chiusura lunga con rintocchi iodati. Bollicina TopWine.

Az. Fontanassa “Marin Timorasso 2016 – Colli Tortonesi”

Timorasso della Alta Val Borbera, caratterizzata da terreni calcareo-argillosi.
Veste paglierino con sfumature dorate, naso molto profumato ed elegante che spazia da note floreali e fruttate a richiami più speziati e minerali.

In bocca freschezza e morbidezza si bilanciano egregiamente in un incontro intenso e costante accompagnato da richiami di camomilla e mandorle tostate. Finale piacevolmente agrumato. Timorasso TopWine.

Top wine gennaio 20 cg
TopWine gennaio 2020

Az. Fiegl “Merlot Leopold 2008”

Dopo quasi dodici anni dalla vendemmia il Merlot 2008 dell’azienda Fiegl dimostra un perfetto equilibrio: il tannino è più levigato, la nota vegetale permane ancora, ma è accompagnata da sentori evoluti di cioccolato fondente, caffè e ribes nero.

Nell’insieme all’olfatto è potente, travolgente e la profonda nota balsamica preannuncia un sorso ancora fresco e vivo, ma equilibrato da una componente glicerica che riporta alla rotondità del frutto maturo. Meraviglioso.
Leopold TopWine.

“Insolito” Rosso Vermouth di Treviso

Esperienza sensoriale vivace e intensa. L’Insolito Rosso è composto da 75% Glera, Radicchio di Treviso e un mix di tredici erbe aromatiche e spezie. Rosso di nome e di fatto, sfodera nel calice intense sfumature granate.

Stuzzica il naso con profumi intensi di erbe officinali, arancia amara e rabarbaro. Equilibrio perfetto: inizialmente il sorso, giustamente, si presenta dolce, morbido e caldo poi la presenza decisa del radicchio con un retrogusto amarognolo che lascia pulito il palato. Vermouth TopWine.

Lascia un commento